Scicche meets Katinka!

April 4, 2011 § 2 Comments

English Version
Here we are keeping up with the presentations of our amazing designers!
Today Scicche meets Katinka. From the name you can directly understand that she comes from Northen Europe, and that is true! She is another designer coming from the Netherlands, one of the richest country for what concern new designers!
Thanks to her work we have the chance to present vases and objects that will be perfect to decor your houses or offices. Do you want to know more about her?
Please continue reading, you will find a series of questions taken from the Proust’s questionnaire and curiosities we had.
Main feature of your character
I think that would be my curiousity. I am always curious, almost anything can interest me. There is this very intense attention, and this attention shifts very easily. I think this is a very good feature for a designer because you are always looking for new stuff to learn.
Your main weakness
That would be my impatience but I don’t really see that as a weakness. Being impatient makes you think, act and work faster in a more flexible way.
Your dream of happyness
First of all, my thoughts on happyness are that being happy is a state of mind. Therefore it is not something you can achive, it is something you are. My dream as a designer is to evolve in my way of designing and to expand my company.
The city in which you live
Currently I live in Eindhoven. It’s the fifth biggest city in the Netherlands and also it’s design capital. There is the Design Academy, Philips was founded here, there are loads of small design studio’s and a quite famous Dutch Design Week so there is a very good ‘design’climate around here.
The color that you prefer
This is a very hard question for me as a designer because I love all colours. I believe that there are no bad or ugly colours, just bad use of colour. I do have a colour I’ve always liked, even when I was a child. That’s a colour where I can never decide if it is a green or a blue, it is both. I think it would be the colour of a perfect sea.
Why did you choose to become a designer?
When I was a child I wanted to become an inventor or an artist. I think I became both, and it just is what I’ve always wanted.
How do your ideas come to life?
By working. It starts with a rough idea, a feeling, a story I want to express. As soon as I start working on it, write about it, start making drawings or models, it will come alive and the idea becomes clearer and eventually by the time the prototype is done the idea is finised as well.
Which is the product, among yours, that you like the most?
The wooden clutch or the robotic vase. The wooden clutch, because I think it is a beautiful object and it is something I want to wear myself. The robotic vase because it is not just a vase but also a character, almost a person. It has these thin, creepy legs and it looks like it is running around holding a flower. Especially when there are a few, then they look like a flowerpicking army. It is scary and so cute at the same time.
Which is your favorite material to work with?
Depends on what I’m making but I like natural materials, such as wood or ceramics, a lot. I think that’s because I understand them. But that does not mean that other materials can’t come out and play along.
What do you think about the collaboration with Scicche?
The collaboration is quite new and therefore I don’t know what will become of it, but so far, so good. I think it is very interesting that they explore the italian market for me and, in a way, represent me on the other side of Europe.
From where you get your inspirations?
From big factory halls where everything is completly automatized, from childrens fairytales, from reading about some strange tribe in a faraway land, from haute couture fashionshows, from basicaly anything, as long as it touches my imagination.
Which trade fair/Design Week are you planning to attend in 2011?
Still needs to be planned.
Please describe youself as a designer using three adjectives
I try to work like three different characters, like a Pirate, a Shaman and a Nomad. The way they collect things, the things they think are valuable. The pirate would go for the gold, and just steal it and burn the rest. The shaman would only collect what has an emotional or spiritual value and the nomad only wants what he needs, because he needs to travel light. The three characters have a couple of things in common: They travel, and therefore come across many things. They are in their own way very selective about what they want. And all three come from a different world then where we live, therefore anything they bring is some kind of excentric.
Please describe your products using three adjectives
Sensitive, characteristic and excentic. I mean excentric in a way that you do reconize it but it does not feel like it is from our world. They are from a world where lamps pop-up out of the table, and bunnies in the size of mice run around, where robots steal your flowers and where fruit grows on skyscrapers.
Who are your favourite designers?
I love Ray and Charles Eames, they are my alltimeheroes. The way they work, the love for the work they did and what their work did for design is amazing. Off course Hella Jongerius is also one of my favorites. She is the biggest dutch female designer and an inspiration for my generation of dutch female designers.
Which is you catchword?
Oh Yeah! (and then make a though face)

Do you want to know more about Katinka’s product? Where to buy? Would you want to own these amazing design pieces? Do not hesitate to contact us , we will be more than welcome to give you all the necessary information you might need! Write us an e-mail: scicche@gmail.com or leave a comment under this post with an e-mail address, so that the Scicche team can get in touch with you.

 

 

 

Versione Italiana
Continuiamo con le presentazioni dei fantastici designer che collaborano con Scicche!
Oggi Scicche incontra Katinka. Dal nome potete già capire che la nostra designer viene dal nord Europa e esattamente e’ infatti un’altra rappresentate del design olandese. L’Olanda si dimostra infatti uno dei paesi europei più ricchi per quanto riguarda la creatività e il design innovativo e originale.
Con lei abbiamo la possibilità di avere dei prodotti perfetti per arredare le vostre case o i vostri uffici.
Volete saperne di piu’ su di lei? Continuate a leggere: troverete una serie di domande prese dal classico questionario di Proust e alcune curiosita’ che volevamo soddisfare.
Il tratto principale del tuo carattere
Credo che sia la mia curiosita’. Sono sempre molto curiosa: praticamente qualsiasi cosa mi interessa. C’e’ in me sempre attenzione verso qualcosa, attenzione che si sposta velocemente. Credo che questa sia una caratteristica molto interessante per una designer visto che sono sempre alla ricerca di nuove cose da imparare.
Il tuo principale difetto
La mia impazienza anche se non la vedo proprio come una debolezza. Essere impaziente ti obbliga a pensare, agire e lavorare piu’ velocemente e in modo piu’ flessibile.
Il tuo sogno di felicita’
Cio’ che penso della felicita’ e’ che sia uno stato d’animo. Quindi non e’ un qualcosa che puoi raggiungere, ma e’ qualcosa che tu sei. Il mio sogno, da designer, e’ di allargare la mia azienda.
La citta’ in cui vivi
Eindhoven (Olanda). E’ la quinta citta’, in ordine di grandezza,dell’Olanda ed e’ anche la capitale del design. Qui c’e’ la Design Academy, e la Philips e’ stata fondata qui. E’ pieno di piccoli studi di design ed e’ anche la sede del famoso Dutch Design Week. Devo ammettere che c’e’ un bel clima di design qui intorno.
Il colore che preferisci
Questa e’ una domanda difficilissima per me perché adoro i colori. Credo che non ci siano colori brutti o cattivi, ma solo un uso non corretto di questi. C’e’ pero’ un colore che mi e’ sempre piaciuto, fin da quando ero bambina. E’ un colore che e’ difficile da decifrare: non sai mai se e’ verde o blu, diciamo che e’ po’ entrambi. Credo che possa essere il colore per definire il “mare perfetto”.
Perché hai deciso di diventare designer?
Quando ero piccola volevo diventare un inventore o un’artista, quindi credo di essere diventata un po’ entrambe, era quello che ho sempre voluto.
Come nascono le tue idee e i tuoi progetti?
Lavorando. Tutto comincia con un’idea vaga, un sentimento o una storia che voglio esprimere. Appena inizio a lavorarci su, a scrivere qualcosa, a far dei disegni o creare dei modelli, allora l’oggetto inizia a nascere e la mia idea iniziare diventa piu’ chiara e al momento in cui il prototipo e’ finito anche l’idea si e’ realizzata.
Qual’e’ la creazione alla quale sei maggiormente legata?
La “wooden clutch” o il “robotyc vase”. La prima perché credo che sia un oggetto molto bello e anche un qualcosa che io indosserei. Il “robotyc vase” perché non e’ solo un vaso ma anche un personaggio. Ha queste gambe sottili e paurose, sembra che sia correndo mentre tiene un fiore. Specialmente quando sono più di uno, sembrano un esercito di raccoglitori di fiori. E’ bello e pauroso allo stesso tempo.
Qual’e’ il materiale con il quale preferisci lavorare?
Dipende da quello che sto facendo, ma in ogni caso direi i materiali naturali come il legno o la ceramica. Credo sia perche; riesco a capirli. Questo non vuol dire che non possa utilizzare altri  materiali.
Cosa pensi della collaborazione con Scicche?
La nostra collaborazione e’ nata da poco tempo e quindi non so come si evolverà, ma per adesso procede bene. Credo che sia molto interessante che loro si occupano di esplorare il mercato italiano per me. E’ bello avere qualcuno che ti rappresenta dall’altra parte dell’Europa.
Da che cosa prendi ispirazione?
Dalle grandi aziende dove tutto e’ automatizzato, dalle storie dei bambini, dal leggere dell’esistenza di qualche tribù sconosciuta in terre lontane, dalle sfilate di alta moda, praticamente da qualsiasi cosa che possa muovere la mia immaginazione.
Quali sono le prossime fiere alle quali prenderai parte?
Devo ancora decidere.
Descriviti usando tre aggettivi
Cerco di lavorare come tre personaggi diversi: un Pirata, uno stregone e un nomade. Nel modo in cui loro raccolgono gli oggetti preziosi. Il pirata sceglierà l’oro, lo ruberà e brucerà il resto. Lo stregone prenderà solo ciò che per lui ha un valore spirituale o emozionale e il nomade solo quello di cui ha bisogno, perché per viaggiare deve essere leggero. I tre personaggi hanno qualcosa in comune: viaggiano quindi incontrano molte cose diverse. Ognuno di loro e’, nella sua personale maniera, molto selettivo su ciò che vogliono. Ed infine tutti e tre vengono da mondi molto diversi, quindi ognuno di loro aggiunge un qualcosa di eccentrico al gruppo.
Descrivi i tuoi prodotti usando tre aggettivi
Sensibile, particolare ed eccentrica. L’essere eccentrica e’ una caratteristica che si individua facilmente ma che non sembra fuori dal mondo. L’eccentrcita’ viene dal mondo in cui le lampade saltano fuori dai tavoli, dove i conigli grandi come topi corrono in giro e dove i robot rubano i fiori e dove la frutta nasce dai grattacieli.
Chi sono i tuoi designer preferiti?
Adoro Ray e Charles Eames, loro sono i miei eroi. Il modo in cui lavorano, il loro amore per ciò che fanno e quello che hanno fatto per il design e’ una cosa fantastica. Anche Hella Jongerius e’ una delle mie preferite: e’ la più grande designer olandese e e’ un’ispirazione per le ragazze olandesi che vogliono intraprendere questa carriera.
Il tuo motto
Oh Yeah! (e poi fare una faccia da vera dura)
 

 

Vuoi saperne di più su Katinka e sui suoi prodotti? Dove si possono acquistare? Vorresti uno di questi splendidi oggetti? Non esitare a contattarci, saremmo felici di farti avere tutte le informazioni necessarie di cui tu possa aver bisogno! Scrivici una mail a scicche@gmail.com o lasciaci un messaggio sotto al post con il tuo indirizzo mail e/o il tuo numero di telefono così che il team di Scicche si possa mettere in contatto con te.




 

Tagged: , , ,

§ 2 Responses to Scicche meets Katinka!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

What’s this?

You are currently reading Scicche meets Katinka! at scicche.

meta

%d bloggers like this: